Giamaica-Londra un viaggio troppo lungo

Casa popolare a mattoncini rossi, appartamento angusto. Mamma, papà, quattro figli e una gatta. Una famiglia giamaicana cerca in punta di piedi una dignitosa esistenza londinese. La piccola di casa, Angela, ormai cresciuta, è alle prese con la malattia del babbo. E ripensa alla sua infanzia anni ’60 e ai suoi genitori: «La loro strategia era sempre stata quella di starsene tranquilli, nella speranza che nessuno si accorgesse che si erano infilati di soppiatto in questo Paese». Tutte le luci accese di Andrea Levy (Baldini Castoldi Dalai, pagg. 288, euro 18, trad. Laura Prandino) è un denso romanzo di formazione black in terra britannica. Ma lo si può leggere anche come un atlante degli affetti (senza sentimentalismi). Uscito in patria nel 1994, è l’esordio di un’autrice di successo.