Giappone, gangster barricato in casa

Liberata la ex moglie. L'uomo, un 50enne appartenente alla Yamagichi gumi, ha ucciso un poliziotto, ferito a colpi di pistola un altro agente e i suoi due figli

Tokyo - È stata liberata oggi la donna tenuta in ostaggio da un gangster giapponese che si era barricato in casa dopo avere sparato a due suoi figli e ucciso un poliziotto. Il dramma, che è in corso da oltre 18 ore nella città centromeridionale di Nagoya, ha per protagonista il malavitoso Hisato Obayashi, un cinquantenne appartenente all’organizzazione mafiosa Yamagichi gumi, la maggiore del paese. Il poliziotto, Kazuo Hayashi di 23 anni, è stato ucciso a colpi di pistola quando ha tentato di avvicinarsi all’abitazione di Obayashi per salvare un collega che giaceva a terra dopo essere stato ferito dal gangster, che in precedenza aveva ferito anche la figlia Risa di 21 anni e il figlio Kento di 25. La donna rimasta in balia del malvivente era una sua ex moglie, Michiko Mori di 50 anni: la televisione pubblica Nhk l’ha mostrata mentre usciva dalla casa in cui l’uomo continua a restare asserragliato. Non è chiaro se Mori, che ha subito solo alcune lievi ferite, sia stata liberata dal gangster oppure se abbia approfittato di un suo momento di disattenzione per fuggire.