Il Giappone di oggi danza all’Archivolto

Dedicato a quanti amano il Giappone e la sua arte. Sono a Genova in esclusiva europea alcuni dei più interessanti esponenti della scena contemporanea giapponese. Sul palcoscenico del teatro dell’Archivolto, al Modena di Sampierdarena, domani si esibirà il duo formato da Masako Yasumoto e Hiroyuki Miura, talentuosi interpreti di «How to undress a heart - insect version» e a seguire la compagnia Osamu Jareo più Misako Terada, a cavallo tra teatro e danza con «I was born». Sabato chiude la rassegna Idevian Crew, la compagnia diretta dall'irriverente e ironico coreografo Shigehiro Ide, vera star della danza contemporanea giapponese, che presenta in prima assoluta a Genova la sua nuova creazione, «The political».
Il debutto è stato affidato alla danzatrice Yun Myung Hee, che si è esibita ieri sera nel solo «Canary and commitment». L’hanno seguita i «Project Suara», collettivo che riunisce danzatori, musicisti elettronici e artisti visivi nella performance «A vision in black».
Il progetto è a cura di Kuniaki Ida, regista giapponese e docente alla Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi, e Takao Norikoshi, critico di danza e direttore del Tokyo Performing Arts Market. Domani alle 18.30 nel foyer del teatro dell'Archivolto, Norikoshi, affiancato dagli artisti ospiti, conduce un incontro, aperto al pubblico e agli operatori, sulla nuova scena della danza giapponese. «Questo festival è un'occasione rara e preziosa per fare conoscere la nuova danza giapponese in Italia» spiega Norikoshi. «Quando uno pensa alla danza giapponese inevitabilmente pensa al Butoh, e per le compagnie di danza non tradizionale, pur essendo di livello tecnico elevato, è difficile affermarsi all'estero. In realtà, la scena della danza in Giappone è ampia e variegata, e negli ultimi anni percorsa da grande fermento».