Giappone, Polonia e Italia architetture a confronto

L'Architettura come punto di incontro. Progetti giapponesi, polacchi e italiani in rassegna. Oggi alle 14.45 si inaugura al Politecnico la mostra «3-2-1 Nuova architettura in Giappone, Polonia e Italia» allestita nello Spazio mostre Guido Nardi, in via Ampère 2. L'evento si aprirà con un seminario, organizzato dalla Facoltà di Architettura e Società, sull'architettura polacca dell'ultimo decennio, nell'aula E. N. Rogers, sempre in via Ampère 2. Osservare realtà architettoniche differenti, vicine e lontane, note e meno note, favorirne lo scambio e il confronto: questo è l'intento dell’esposizione che presenta 32 studi di progettazione, 11 giapponesi, 10 polacchi e 11 italiani. A rappresentare l'Italia sono giovani progettisti con conoscenza della cultura contemporanea, scelti da diverse regioni d'Italia per dare una panoramica il più possibile eterogenea dell'opera architettonica del Paese. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 26 novembre (9-19 dal lunedì al venerdì), ingresso gratuito.