Giappone Dopo la sbronza il ministro lascia il governo

Alla fine Shoichi Nakagawa, il ministro delle Finanze giapponese «ubriaco» durante il G7 di Roma, ha gettato la spugna costringendo il premier Taro Aso a un rimpasto lampo per evitare il tracollo di un governo in bilico sotto il peso della devastante crisi economica e del malcontento diffuso, anche nella stessa coalizione. L’ex banchiere di 55 anni ha negato fino alla fine di aver alzato troppo il gomito e ha sempre sostenuto di sembrare alticcio a causa di un brutto raffreddore. La tenace resistenza non è piaciuta a esponenti di peso del governo. Il premier ha designato un altro componente dell’esecutivo, Kaoru Yosano, super ministro economico.