Il Giappone trema ancora: scossa di magnitudo 7.3

Una scossa di terremoto di magnitudo 7,3 è stata registrata
oggi nel nord est del paese, già colpito da un devastante sisma e da uno tsunami lo scorso
11 marzo

Torna la paura in Giappone. Una scossa di terremoto di magnitudo 7,3 è stata registrata oggi nel nord est del paese, già colpito da un devastante sisma e da uno tsunami lo scorso 11 marzo. La terra ha tremato alle 9.57 (ora locale, le 2.57 del mattino in Italia). L’epicentro è stato localizzato a una profondità di 18 chilometri, al largo dell’isola di Honshu, secondo quanto riporta il sito web dello Us Geological Survey. Dopo la forte scossa le autorità hanno lanciato un allarme tsunami.

Un’onda di 10 centimetri è stata registrata nel porto di Ofunato, nella prefettura di Iwate, e nel porto di Soma, nella prefettura di Fukushima, ha annunciato l’agenzia meteorologica nazionale, che ha revocato l’allarme alle 11.45 (le 4.45 italiane), quasi due ore dopo la scossa. I residenti delle città costiere sono stati fatti evacuare, ma non si hanno notizie di danni.

La società Tepco ha fatto sapere che a seguito di questo terremoto non sono state riscontrate anomalie nella centrale nucleare di Fukushima e gli aeroporti della zona funzionano normalmente. Dopo qualche ora l’allarme tsunami lungo le coste del nordest del Giappone è rientrato. Lo ha reso noto la Japan Meteorological Agency (Jma) che "ha rimosso l’allerta di onde massime fino a 50 cm di altezza". Al momento non ci sono notizie di vittime