Dal giardino all’infuso così le rose liguri finiscono in sciroppo

Capita, in un sabato d’estate, che ti chiami un amico e ti proponga il programma che è tutto un programma: «Vieni che ti faccio mangiare il pesce come non l’hai mai mangiato». Figuriamoci. Meta proposta: San Salvatore di Cogorno, Bar Trattoria «La Brocca». Possibile? Quasi quasi, trovo una scusa per scansarmi. Ha un bel dire lui, l’amico che rischia di giocarsi l’amicizia: «Ne avevo sentito parlare bene, la segnalava anche qualche guida, solo che non mi ricordo più quale». Andiamo bene... Ma lui, il buon Bevegni, imprenditore e buongustaio, insiste: «Sai, ci son stato diverse volte. Se te lo dico, ti puoi fidare. Vedrai anche tu, si mangia bene e il conto è onesto». Questa l’ho già sentita. Va be’, lasciamoci convincere. Ma i dubbi restano. Finché non ci capiti, in questo locale che è a pochi minuti da Lavagna (uscita dell’autostrada, girare a destra, non serve neanche il navigatore satellitare), e subito si presenta per come lo vorresti, dopo che ne hai visti tanti altri fregiati di stelle, cappelli e bicchieri che poi, nel piatto, ti hanno deluso. «La Brocca», invece, non delude. Anzi, mantiene anche quello che non promette, che non sbandiera ai quattro venti, come da ottima tradizione locale. È semplice, essenziale, ma accogliente, con l’aria di quelle osterie tradizionali che profumano di genuino e di ospitalità. E pure i profumi che vengono dalla cucina invitano. Fior da fiore: una serie di antipasti di mare semplicemente squisiti, anche il «crudo» è freschissimo. Intendiamoci: niente a che fare con il sushi, qui si gusta soprattutto il pescato nostrano, del mercato del giorno. Ma il pezzo forte sono i primi. Per essere soddisfatti basta seguire i consigli delle titolari, con cui è piacevole scambiare quattro chiacchiere per sentirsi pienamente a proprio agio. Certo, le tovaglie non saranno di pizzo, ma la cura dei particolari è cercata e ottenuta, l’olio e, più in generale, i condimenti sono di prima scelta, e si sentono al palato. La clientela è quella del passa-parola, e si capisce: nessun bisogno di spantegare, per quanto riguarda «La Brocca». Meglio il cliente che è anche un po’ amico e che porta gli amici, cioè quelli che s’aspettano un buon bicchiere di vino, il pesce che sa d’arziglio e la cordialità. Come nelle vere, oneste trattorie di Liguria, dove il tempo non si è fermato, ma ha solo mantenuto il ritmo giusto.
Bar Trattoria «La Brocca», San Salvatore di Cogorno, via IV Novembre 237, telefono 0185.380569. Giorno di chiusura: mercoledì. Prezzo medio di un pranzo completo (vini esclusi): 25-30 euro. Ultima visita: 26 luglio 2008.
ferruccio.repetti@ilgiornale.it