Il giardino mediterraneo al «Premio Grinzane»

Maurizio Baglini inaugurerà domani sera alle 21 all’Auditorium delle Clarisse di Rapallo quello che, nell’ambito del settimo festival internazionale «Musica in villa» organizzato dal circolo «Amici di Santa Margherita Ligure e del Tigullio», potrebbe definirsi, un festival nel festival, un grande festival dedicato al pinoforte.
A Baglini spetta infatti l’onore del primo dei cinque concerti che vedranno sulla scena anche Andrei Gugnin, Paolo Restani, Dinara Nadzhafova, Ilya Petrov. Una rassegna, quasi un’indiretta, splendida sfida tra star, che continuano ad allungare la collana dei loro successi ormai da anni, e giovani astri, accomunati ai primi dal loro eccesionale talento tecnico e interpretativo.
Ma veniamo all’appuntamento di questa sera.
Per definire Baglini basterebbe il giudizio della critica francese, che lo identifica come un «nuovo Cortot». Il programma del concerto prevede la Ciaccona in re minore di Bach-Busoni e le Sonate di Scarlatti. Nella seconda parte Baglini proporrà i «Quadri di un’esposizione» di Mussorgsky.