Gibelli: un abaco per calcolare i risultati dei bandi

Il vicepresidente della Regione promette alle imprese novità nella valutazione delle attività di internazionalizzazione varate dal Pirellone

Velocità nelle decisioni da parte degli enti locali e più conoscenza delle misure a favore del mondo economico e imprenditoriale. Queste le altre richieste che gli industriali hanno formulato al vice presidente di Regione Lombardia Andrea Gibelli, assessore all'Industria e Artigianato, nel corso del secondo appuntamento della nona tappa dell'Assessorato Itinerante, che ha fatto tappa - dopo Codogno - anche a Zelo Buon Persico. Per venire all'esigenza di avere più notizie sulle misure di intervento della Regione a favore delle industrie e soprattutto dell'artigianato, l'assessore ha anticipato che ci saranno importanti novità con l'inizio del 2011. «È mia intenzione - ha spiegato - chiedere la costituzione di una sorta di Abaco». Ovvero un calcolatore che, con scadenza trimestrale, possa consentire alle società di valutare le iniziative che Regione Lombardia ha messo in campo per accompagnare le imprese: «Un'iniziativa che riguarda, con assoluta priorità, i bandi per l'innovazione e l'internazionalizzazione delle imprese lombarde». «Quello della comunicazione - ha proseguito il vice presidente lombardo - è un tema assolutamente fondamentale; lo conferma il fatto che, in quasi tutti gli incontri realizzati nell'ambito dell'Assessorato itinerante, questo problema è stato sollevato più volte».