Gibernau: «Non ho parole»

Jerez. La delusione è grande per il campione spagnolo, per anni vero rivale di Valentino. E il ritiro brucia, perché Sete Gibernau aveva più
di un motivo per far bene: era il suo Gp di casa, quella casa dove
lo scorso anno fu beffato da Rossi, Rossi che stavolta è invece caduto al primo giro e non avrebbe potuto dar fastidio; e ancora: era la prima gara in sella alla Ducati, quale biglietto di visita migliore
di una vittoria...

Invece tutto è stato rimandato e vanificato da un guasto mai occorso alla Ducati: un problema a un sensore del cambio che ha iniziato a far le bizze al giro tre. «Non ho parole, veramente - dice Sete -. Abbiamo lavorato così duramente per tutti questi mesi e ora lasciamo la prima gara con un non classificato.

È davvero un peccato perché stava andando tutto alla grande.
La cosa positiva è che questo weekend è terminato con una vittoria

di Ducati e di Bridgestone, e questo è molto importante.
I miei complimenti a Loris, è stato un grande».