Gibernau è pronto per la Ducati

da Losail (Qatar)

La conquista del mondiale, non gli ha certo tolto gli stimoli. Anzi. E poi, dopo quello che successe nel 2004, Valentino Rossi si è presentato in Qatar molto determinato. «Con questa pista ho un conto aperto - sottolinea -: l'anno scorso sono stato ingiustamente penalizzato in prova (fu costretto a partire dall'ultima fila, ndr) e poi sono caduto in gara. Ho voglia di rifarmi». L'inizio è promettente: è primo. Intanto, si fa caldo il mercato piloti. «A Gibernau - dice Fausto Gresini, team manager dello spagnolo - ho fatto una proposta, ma lui ha risposto di no. Sinceramente, non credo proprio che rimanga». È quindi ormai certo che Sete correrà l'anno prossimo con la Ducati, anche se le parti continuano a negare. Al suo posto, Gresini ingaggerà Toni Elias, ieri sorprendentemente secondo, mentre Biaggi dovrebbe essere indirizzato al team di Pons. A meno che, e non si tratta di una semplice illazione, la Camel non decida di passare alla Suzuki, portandosi in dote Max.