Il «Giffoni Hollywood» si chiude stasera al Kodak di Los Angeles

Sui marciapiedi firmati dalle star del grande cinema hanno passeggiato anche loro, i giovanissimi giurati del «Giffoni Hollywood 2006», titolo della seconda edizione del «Giffoni Film Festival» in trasferta negli Usa. Nata dalla volontà del premio Oscar Jon Voight e
del tycoon della Crystal Sky, Steven Paul, la tappa statunitense del Giffoni Film Festival, la kermesse italiana dedicata e riservata ai ragazzi, si pone quale sua naturale prosecuzione nella promozione e sostegno del cinema di qualità per i più giovani. Fino a oggi, seduti al banco della giuria, ci sono stati solo teenager (13-17 anni): cinquanta provenienti da tutto il mondo, Armenia, Belgio, Spagna, India, Ungheria, Albania e Australia, ai quali si sono aggiunti altri settanta ragazzi delle scuole di Los Angeles. Suddivisi per sezioni: «Dare to dream» (9-11), «Reach the sky» (12-14), «Make it happen» (15-17), i giovani giudici assegneranno stasera i premi in un'esclusiva cerimonia di gala che si terrà proprio sul palco che ospita la «Notte degli Oscar», il Kodak Theatre.