Il gigante Alfa Romeo velocissimo ma la Giraglia va a un mini-yacht

Il grande Alfa Romeo del neozelandese Neville Chricton ha tagliato per primo la linea di arrivo a Genova, primato in tempo reale, ma il vincitore del Trofeo Challenge che assegna la Regata della Giraglia è il piccolo Ala Bianca di Camillo Capozzi, un vecchio Polaris 33, favorito dalla bonaccia che ha colto i grandi proprio in prossimità dello scoglio in cima alla Corsica dopo i conteggi al computer è risultato il primo tra la sorpresa generale. E le arrabbiature: vale appena una frazione dei denari che servono per i grandi maxi. Tutto è merito del sistema di compenso Ims che non guarda il portafoglio. Al secondo posto Aurora di Paolo Bellomo e al terzo il piccolo 35 piedi francese Teshipa di Alexis Le Pesteur. Primo tra i Wally il cento piedi Dark Shadow di Andri Auberton.
Il Trofeo Trombini vedeva al via anche Chris Dickson. Nella finale della regata di match race che si corre a Marina di Ravenna ha incontrato Paolo Cian, che ha dovuto riconoscere che il neozelandese riesce a essere «diabolico» come il suo sguardo. Il ruolino di marcia di Dickson, che nelle semifinali ha imbarcato anche la moglie Sue, è impressionante e la dice lunga sul suo talento. A vederlo regatare è come un ragazzino, tolti i quarantacinque anni: scotta in mano.