Il gigante Generali e la rincorsa di Unipol

Anno positivo il 2005 anche per le compagnie di assicurazione: i cinque principali gruppi quotati analizzati dall’annuario R&S di Mediobanca hanno visto il risultato netto aumentare del 21,3%, a fronte di un incremento della raccolta premi del 9,7 per cento. I 5 al top (Generali e Toro, Ras, Unipol, Cattolica e FonSai) hanno totalizzato utili netti nel 2005 pari a 3,6 miliardi di euro, in crescita del 21,3% rispetto all'anno precedente. I premi sono aumentati invece del 12,8%. In particolare, il gruppo Generali ha segnato un utile netto pari a 1,919 miliardi di euro, a fronte degli 1,666 miliardi dell'anno precedente e dunque in miglioramento del 15,2%. Ras invece ha raggiunto un utile di 905 milioni di euro (più 27,8%), seguita da Toro assicurazioni con utili pari a 334 milioni, che però va ormai considerata parte del raggruppamento Generali, essendo andata in porto l’operazione di acquisizione lanciata nel giugno scorso. Nell’anno in cui Unipol ha tentato e fallito la scalata alla Bnl, la compagnia bolognese ha messo a segno un incremento del 5,4% del risultato netto, a 255 milioni. Ma soprattutto sono cresciuti del 20,5% i premi, passando da 6,8 a 8,2 miliardi di euro.