Gigi D’Alessio fa le prove generali per il suo giro del mondo in musica

Debutta con una doppia data al Palalottomatica (domani e sabato), il nuovo «Gigi D’Alessio World Tour 2009» (ancora disponibili i biglietti per il 7 novembre tramite il circuito TicketOne www.ticketone.it), che nel 2010 proseguirà in tutto il mondo per chiudersi in primavera a Dubai. Molto più che un semplice concerto, il nuovo live di Gigi si preannuncia un grande show con tante novità e sorprese. Ma con un punto fermo: il pianoforte a coda nero che si erge a centro palco e attorno a cui ruota l’intero spettacolo. A fare da sfondo, un maxischermo che occupa tutta la scena e che in alcuni momenti renderà il concerto una sorta di colonna sonora delle immagini proiettate. Per cercare di accontentare tutti i fan, verrà proposta una lunga scaletta, con i successi di ieri e di oggi, stravolti negli arrangiamenti completamente rinnovati. Il medley napoletano sarà accompagnato da immagini in soggettiva con particolari di vicoli di Napoli, fonti di ispirazione dei brani stessi, in una passeggiata virtuale tra le vie dei ricordi. Ad arricchire lo show, in alcuni brani, ci sarà un corpo di ballo che eseguirà coreografie di Maura Paparo, in originali e divertenti interazioni anche con le immagini proiettate. E ancora, una delle sorprese più grandi, è Talent Scout, il contest che in questi mesi ha selezionato i fan che seguiranno il loro idolo in una giornata del tour, per poi salire sul palco e interpretare un brano con lui. Da settimane è sempre ai primi posti nella classifica di vendita italiana 6 come Sei, l’ultimo album di Gigi pubblicato dalla sua etichetta GGD Productions e distribuito da Sony Music, in vendita al prezzo speciale di 10,90 euro.
6 come Sei contiene sei brani, da cui deriva il gioco di parole che compone il titolo, che è anche un’esortazione ad essere se stessi. Sei canzoni che corrispondono ad altrettante storie importanti, ognuna dotata di forte identità e sonorità nuove, in cui D’Alessio sperimenta anche un modo diverso di interpretarle.
Discorso a parte merita poi Gente come noi, canzone scritta per Anlaids come inno della Giornata Mondiale della lotta all’Aids il primo dicembre. E proprio questo sarà il brano di chiusura di ogni concerto, accompagnato dalle immagini girate durante la realizzazione dello spot della campagna di solidarietà.