Gigi D’Alessio... a gentile richiesta

(...) Scollinati i quarant'anni Gigi D'Alessio non traccia bilanci, ma comincia a volgere lo sguardo indietro e mostra il bisogno di raccontarsi ancor più di quanto abbia fatto fino ad ora.
Il cantautore napoletano è in giro per lo Stivale con il suo nuovo tour teatrale «A gentile richiesta… mi faccio in quattro», che per la sua terz'ultima tappa lo porta, questa sera, a Genova al Teatro Carlo Felice; con uno spettacolo pervaso di sensazioni ed emozioni che stanno a cavallo tra il passato e il futuro.
Ed è lui stesso a confessare questa iperbole esistenziale nella frase con cui ha tenuto a battesimo il suo ultimo lavoro: «Voglio consegnare al mio pubblico cinquanta canzoni che descrivono i momenti più significativi della mia carriera. È senz'altro un traguardo importante del mio percorso di uomo e di artista. L'augurio che mi faccio è quello di non smettere mai di provare emozioni forti e di poterle tradurre in altrettante canzoni che accompagnino me e chi mi vuole bene come voi in un lungo e sereno cammino».
Spinto da questo suo desiderio Gigi D'Alessio ha realizzato un' imponente raccolta che abbraccia i suoi otto anni di carriera e i suoi sette album; ha scelto un titolo autoironico come «Mi faccio in 4», perché riunisce in un cofanetto i 48 brani che celebrano la sua carriera fino ad oggi, divisi in 4 cd con altrettante identità e anime: il primo è Napoletano, il secondo Latino, il terzo Pop e il quarto raccoglie le più belle Ballad.
Gigi D'Alessio, dopo il successo riscosso al Teatro Brancaccio di Roma con «A gentile richiesta... Mi faccio in 4», ha deciso di trasformare il suo show in un lungo tour teatrale. Uno spettacolo ogni sera unico, in cui è il pubblico a decidere la scaletta. La formula del concerto è davvero insolita per uno spettacolo dal vivo. L'artista è infatti a disposizione della platea che può richiedergli canzoni a scelta del suo vasto repertorio, e anche i classici della canzone napoletana.