Giletti: non sono gay e non vado con Del Noce

«Io e Del Noce? Siamo amici, non amanti». Comincia così l'intervista a Massimo Giletti di Vanity Fair, in edicola oggi. Il conduttore di Domenica In replica, uno per uno, a tutti i pettegolezzi sul suo conto, cominciando da quello sulla sua presunta omosessualità: «No, non sono gay. Ma il pettegolezzo resiste perché la vecchia regola del fango, nel mondo dello spettacolo, funziona sempre - spiega -. La cattiveria e l'invidia fanno parte di questo sistema, e se qualcuno vuole attaccare chi ha successo, si butta sulla sfera sessuale: se sei una donna, sei una p..., se sei un uomo devi essere gay. Io, fortunatamente, me ne frego delle chiacchiere». E, a proposito del pettegolezzo che lo lega a Del Noce, Giletti dice: «Ne sono a conoscenza, è assurdo. Da quando faccio tv ho sentito dire di tutto. Lo conosco da una vita, da quando faceva l'inviato al Tg1. È piemontese, come me, ed è un amico vero, adesso più esposto alle chiacchiere perché uomo di potere. Ma diciamo la verità: a parte il fatto che è sempre circondato da belle donne, se io fossi stato il suo amante avrei avuto di sicuro un trattamento diverso, speciale. Avrei condotto Miss Italia o qualche programma serale».