Gino Paoli canta la messa partigiana

Il «concelebrante» era Gino Paoli (nella foto), ma lui era un prete vero, così come la funzione per il precetto festivo. Ieri sera, al termine della messa dell’Immacolata, don Andrea Gallo ha voluto con sé sull’altare l’amico cantante e un altro gruppetto di persone. Al momento della benedizione, ha deciso di «salutare» la Vergine Maria con O bella, ciao. Ultima provocazione, raccolta dai presenti nella chiesa di San Benedetto al Porto a Genova, al termine di una celebrazione tutta dedicata alla militanza politica. Durante l’omelia il prete genovese ha detto anche che «il peggio deve ancora venire. Ci saranno un Berlusconi bis e ter».