Gioacchino Volpe: un uomo, mille storie

Lo storico per antonomasia della storia d’Italia, ma anche la storia di un italiano. «Come soltanto accadde nella Francia del XIX secolo a Michelet», Gioacchino Volpe ebbe «la capacità di aver instaurato un rapporto intimo, istintivo, molto spesso non mediato da una precisa prospettiva intellettuale, con il suo popolo». E quindi anche di guardare «con eccessiva indulgenza le vicende della sua patria». Ne racconta ora la vita lo storico Eugenio Di Rienzo in La storia e l’azione (Le Lettere, pagg. 751, euro 38). È una biografia molto dettagliata che forse cede troppo spesso al dibattito storiografico, ma che risulta comunque utile a restituire uno sguardo d’insieme sullo studioso del Medioevo Italiano.