Gioca con l’arma del padre Bimbo si spara

Stava giocando in casa, tutta questione di un attimo. Un momento di distrazione, i genitori lo perdono di visto per pochi minuti. Lui, un bimbo di 6 anni, di San Vincenzo, Livorno, riesce a impossessarsi della pistola del padre. Mille volte la mamma e il papà gli avevano categoricamente proibito di avvicinarsi. «Non devi avvicinarti mai, questo non è un gioco», gli avevano sempre ripetuto i grandi. Ma la tentazione era troppo forte. La vede, si guarda attorno e non c’è nessuno: la prende, la maneggia, parte un colpo. I genitori, che si trovavano nella stanza accanto, sentono lo sparo. Il cuore in gola, il bambino è ferito, la corsa disperata all’ospedale. Nulla da fare, il piccolo è morto all’ospedale di Piombino pochi minuti dopo essere entrato in sala operatoria. Il proiettile, secondo le prime informazioni, aveva raggiunto il piccolo al ventre.