Giocano Lopez e Mamede ed è subito spettacolo

Lopez e Mamede in campo. D’accordo è una partitella d’allenamento, ma si fanno notare. I due ultimi arrivati stanno tra gli «allievi» sparring-partner della prima squadra nelle consuete prove generali infrasettimanali. Questo probabilmente è più di un indizio del fatto che a Fermo non ci saranno, sicuramente non tra i titolari. D’altronde Valvassori dopo l’ottima prestazione con il Ravenna di domenica scorsa deve avere pochi dubbi. Si va verso la riconferma della formazione dell’ultima partita di campionato. Gazzoli in porta, difesa a quattro con Ambrogioni, Baldini, Fusco e Stellini, a centrocampo De Vezze, Coppola e Tedesco, in attacco il trio formato da Iliev e Rossi sulle fasce laterali e Grabbi punta centrale. Con Zaniolo squalificato ancora per un turno, in avanti ci saranno Caccia e Sinigaglia che ha giocato in Coppa Italia col Ravenna. Lopez sarà pronto per la partita con il Padova, Mamede in realtà appare in forma, ma Vavassori potrebbe portarlo in panchina. La Fermana, ultima in classifica, si prepara a ricevere la capolista con la forza di chi non ha più nulla da perdere. I marchigiani sanno che in questo torneo non hanno nulla da chiedere, se non una retrocessione con dignità. Per questo la squadra affidata recentemente a Sciannimanico, vuole fare bella figura contro il Grifone. Saranno 500 i sostenitori rossoblù che seguiranno Tedesco e compagni in partenza stamane per Imola.
Intanto il direttore generale Fabiani è ancora impegnato nelle vicende di mercato. Sul tappeto c’è la vicenda di Rimoldi. L’argentino, ha comunicato la società rossoblù, resterà qui ma il giocatore continua a puntare i piedi per tornare in patria e vestire la maglia del Colon di Santa Fe. Sono ore forse anche decisive per il trasferimento di Lamacchi, mentre Fabiani segue la pista che porta al fluidificante Moretti dell’Avellino.