Un giocatore al giorno per il Real Madrid

Da Pato a Zarate fino a Schweinsteiger: il calciomercato permanente effettivo assegna alle <em>merengues</em> un &quot;obbiettivo numero uno&quot; al giorno. Risultato: i tifosi ci crederanno ancora?<br />

Sarebbe da chiedersi se al Real Madrid c’è un ufficio apposito che studia un colpo di mercato al giorno. Perché anche se la riapertura di gennaio è ancora lontana un mese, ma soprattutto anche se la stagione è appena iniziata, ecco che ogni giorno sui giornali spagnoli, e quindi sui giornali di tutto il mondo, esce una notizia che riguarda un giocatore che si appresta a vestire la maglia dei Galacticos.

Era solo di ieri infatti l’indiscrezione che il presidente Calderon fosse pronto a chiedere Pato al Milan per lasciare che Sergio Ramos partisse verso l’Italia. Possibile? Probabilmente no, anzi qualcosa di meno, visto che oggi l’interesse delle merengues si è già spostato - secondo questa volta il quotidiano Sport - verso Mauro Zarate, la sorpresa del nostro campionato che diventa perfino «l’obbiettivo numero uno» per sostituire Van Nistelrooy, costretto ad uno stop di circa 8 mesi per la una rottura del menisco del ginocchio destro. Per la prima volta - dice ancora Sport - il tecnico Bernd Schuster, il direttore generale Predrag Mijatovic e il segretario tecnico nonchè braccio destro del presidente Ramon Calderon, Miguel Angel Portugal, sarebbero d’accordo sul fatto che Zarate è proprio il giocatore giusto per le necessità del Real. E l’evento è talmente raro che diventa praticamente una certezza.

Se non fosse però che non è finita qui, per secondo altre fonti bene informate (naturalmente) pure Bastian Schweinsteiger, giocatore del Bayern Monaco a fine contratto, è tentato dal Real Madrid. «Lotteremo per trattenerlo - ha affermato il presidente dei bavaresi Rummenigge -. Ovviamente siamo consapevoli che un giocatore del suo valore può attirare grandissimi interessi e noi non abbiamo le stesse entrate di un club come il Real Madrid. Però...». Però infatti Rummenigge ha ragione: si può sempre sperare. Perché in fondo domani è un altro giorno (di mercato) e il Real avrà già trovato un nuovo «obbiettivo numero uno». secondo bene informati, s’intende...