«Giocheremo come nel derby, ma il Valencia è un’altra cosa»

Milanetto sì, Milanetto no? Milanetto ni. Il numero 77 è stato sottoposto ieri agli esami di rito, che hanno escluso lesioni al polpaccio. Trattasi di una contrattura che andrà verificata nei prossimi giorni. Improbabile, ma non impossibile un suo recupero per Genoa - Valencia. Non ci saranno invece Sokratis (lesione ai flessori della coscia destra, arrivederci al 2010) e Modesto alle prese con un risentimento muscolare.
Intanto Juric scalda i motori: «Per la società, per noi e per i tifosi è la partita dell'anno. Può chiudere alla grande un ciclo iniziato tre anni fa». Capitan Uncino fiuta l'impresa, ma è consapevole che per realizzarla ci vorrà una notte da Grifo: «Loro sono più forti di noi, giocano insieme da tempo. Per batterli dovremo dare il massimo, sperando che siano un po' sottotono». Il Genoa - dice Juric - deve metterla sull'aggressività e sul ritmo. Come nel derby? «Sì, ma tra Sampdoria e Valencia c'è un abisso. Non credo che potremo ripetere un simile risultato. Si può vincere anche segnando un gol negli ultimi minuti». La squadra di Emery ha perso solo due delle ultime 24 gare ed è reduce dalla bruciante sconfitta contro il Real Madrid: «Questa è una brutta notizia perché significa che non ci sottovaluteranno», spiega Juric. La conferma arriva da Juan Manuel Mata sul sito della società rossoblù. «Ci aspettiamo un incontro complicato a Genova. Sarà una finale per entrambe. È stato difficile battere il Genoa al Mestalla, inotre sappiamo che in casa è sostenuto da un pubblico particolarmente caldo. Nonostante questo, siamo una squadra che scende in campo sempre con un obiettivo, la vittoria, anche perché puntiamo al primo posto nel girone». Il Valencia ha sostenuto l'ultimo allenamento in Spagna ieri mattina.
Stasera alle 19 Mata e compagni proveranno l'erba (?) del «Luigi Ferraris». Emery deve sostituire in difesa Mathieu fermato da un infortunio muscolare contro il Real Madrid e non potrà contare neppure sul bomber Silva. Ci sarà invece David Villa, capocannoniere della Liga.
Pillole di mercato: Enrico Preziosi ha escluso un ritorno di Rubinho a gennaio. «Sono solo barzellette». Un turno di squalifica per Bocchetti.