«Giochi 2016 L’Italia candida Roma»

da Torino
Trovato l’accordo, finalmente si parte. Dopo mesi di polemiche e veti incrociati, ballottaggi, campanilismi e rivalità con Milano, decolla la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2016. Parola di Giovanna Melandri, ministro dello Sport, ieri in visita a Torino per i Mondiali di scherma. Un flash con Margherita Granbassi, una stretta di mano con Vezzali e Trillini, un incoraggiamento allo spadista Milanoli. Poi l’annuncio. «Domani (oggi, ndr) verrà presentata una mozione bipartisan alla Camera e al Senato per sostenere questa nuova avventura dello sport italiano». E proprio per sottolineare l’ampia convergenza parlamentare i relatori saranno Alemanno (An) e Bettini (Ulivo).
Altre novità per lo sport arrivano dalla manovra Finanziaria. Il ministro annuncia il rifinanziamento del credito sportivo e l’introduzione di misure a vantaggio delle famiglie: potranno detrarre dalle tasse le spese per i figli che fanno sport, fino ai 18 anni. E saranno anche introdotti stanziamenti ad hoc per lo sport disabile.
Infine una promessa: «Mi batterò, anche con le tv, perché gli sport cosiddetti minori abbiano sempre più spazio. Occorre superare la monocultura del calcio. Senza imbastire crociate, però».