Giochi e spettacoli a «PuliMilano» insegnano a rispettare l’ambiente

Molti i bimbi presenti. L’ad Carlo Petra: «Facciamo crescere la loro sensibilità, per garantirci un futuro più pulito»

Quello dell’Amsa e dei suoi operatori è un lavoro duro. Eppure la loro opera spesso non viene percepita. «Perché noi lavoriamo quando gli altri dormono», ipotizza qualcuno. Per avvicinare i milanesi al tema, importante e quotidiano, dei rifuti l’Azienda Milanese per i Servizi Ambientali ha organizzato Pulimilano, una serie di manifestazioni in cui anziani, giovani e soprattutto bambini sono coinvolti in giochi e spettacoli.
In mattinata alcuni tecnici hanno dato una dimostrazione pratica di come si rimuovono i graffiti dai muri. Ora i bambini salgono e scendono dai mezzi utilizzati per pulire le strade, gli anziani trovano riparo sotto i molti gazebo sparsi per i giardini di via Aicardo , mentre gli operatori dell’Amsa illustrano come contribuire alla pulizia cittadina con piccoli gesti quotidiani. La raccolta differenziata è un comportamento ormai naturale per i milanesi ma alcune disattenzioni possono provocare gravi danni. Le lampadine, per esempio, non devono essere messe nel contenitore per il vetro perché contengono una percentuale di ceramica. Altri due problemi ancora irrisolti sono i fumatori e le deiezioni canine. Ogni giorno a Milano viene gettato per terra qualche milione di sigarette. I mozziconi sono un rifiuto non degradabile e quindi un grosso danno per l’ecosistema. L’Amsa ha cercato di arginare il problema regalando agli esercizi pubblici diecimila «cenerini», dei posacenere a colonnina interamente costruiti con materiali biodegradabili.
Ai padroni di cani, invece, gli operatori del villaggio regalano simpatici collari a forma di osso con dentro il necessario per rimuovere gli escrementi.
Dall’altra parte del campo i ragazzi del Music Art and Show si riscaldano prima di mettere in scena «Pop recycle», un musical sull’ambiente. Più tardi, nel pomeriggio, un prestigiatore spiegherà ai più piccoli le magie del riciclaggio dei rifiuti.
In serata per gli adulti ci sarà invece uno spettacolo di Paolo Cevoli e Albertino, i due testimonial assoldati dall’Amsa che parteciperanno anche ai prossimi villaggi.
«Abbiamo deciso di puntare molto sui giovani - ha detto l’amministratore delegato dell’azienda Carlo Petra - perché sono i più severi critici del comportamento dei loro genitori. Maggiore sarà la loro sensibilità ambientale più sarà pulito il nostro futuro. I bambini sono i nostri migliori collaboratori».