Giochi tossici Mattel test per 75mila pezzi

Quasi 75mila giochi tossici sono stati sequestrati dalla Gdf in un magazzino di Oleggio Castello. Fino a pochi mesi fa nel centro novarese la Mattel aveva la sua sede italiana. Ora vi è rimasto l’unico deposito, dove verranno accumulati tutti i giochi della multinazionale ritirati dal commercio, per i test di conformità al marchio Ce. Le Fiamme Gialle novaresi hanno anche individuato dei prodotti analoghi, «made in China», in quattro container arrivati al porto di Genova. Il ministro al Commercio estero, Emma Bonino, non esclude il blocco della Ue sui giocattoli importati dal Paese asiatico. Intanto, i consumatori italiani hanno avviato la prima causa di risarcimento contro la Mattel.