Giochi, gli Usa come l'Italia: raccolta annua a 61 miliardi di euro

Cinquecento casino, quattrocento sale da gioco e bingo halls gestite dalle tribù indiane e lotterie in 40 dei 50 stati a stelle e strisce. Il menù degli Usa in tema di giochi - secondo una ricerca effettuata da researchandmarket.com e riportata da Agipronews - genera incassi annui per circa 80miliardi di dollari. Un dato che tradotto in euro, corrisponde quasi perfettamente a quanto incassato in Italia dall'industria del gaming nel 2010: circa 61 miliardi di euro, anche se negli Stati Uniti esiste una grossa fetta di mercato non regolamentato, in primo luogo poker e scommesse sportive online. A condurre le danze sono i grandi casinò commerciali, il cui incasso ammonta a circa 22,8 miliardi di euro, svettano per introiti anche i casinò gestiti dalle tribù indiane (circa 19 miliardi di euro). Le lotterie raccolgono circa 10,6 miliardi di euro, tutto il resto finisce in scommesse (ippiche e sportive) bingo e riffe di beneficenza. Il quadro rappresentato dalla ricerca disegna uno scenario in cui il grosso della raccolta è concentrato fra i grandi gruppi: 50 "big companies" detengono il 60% delle quote di mercato. Una situazione che diventa ancora più concentrata se si sposta l'attenzione sugli hotel casinò: con le 50 società di punta che rappresentano il 90% dello scenario.