Gioie e dolori di possedere una barca

«La barca è un pretesto per l'altrove. Sopravvivenza, paura, passione, amicizia, fuga, memoria, coraggio e qualunque altra cosa si cerchi, una barca può darlo». Il prezzo da pagare per avere tutto questo, però, è alto. E lo sanno bene tutti quei moderni Ulisse che, sfidando il periglioso mare di leasing, ipoteche, normative fiscali enigmatiche e broker pirati, decidono di possedere una barca.
A loro è dedicato questo «manuale di sopravvivenza» di Carlo Romeo, giornalista romano con alle spalle una lunga carriera nel management della comunicazione e varie collaborazioni con programmi radio e tv tra cui Scherzi a Parte. Con una dissacrante ironia Romeo percorre tutte le fasi, a partire dalla follia iniziale, che portano un uomo comune a eleggersi «armatore»: allo studio per l'esame della patente nautica, alla transumanza del Salone Nautico, all'inevitabile incontro con il broker (colui che restituirà il sonno all'aspirante armatore, ormai prosciugato da notti insonni perse tra Internet e riviste nautiche) fino alla fatidica prova in mare con conseguente insorgere di svariate patologie.
Quanti dei novelli armatori sono scampati alla «sindrome del sistematore», causa di interminabili monologhi di ingegneria nautica e contorte teorie di navigazione d'altura? Ma è nel descrivere la colorita fauna degli armatori che l'autore si scatena e dà il meglio: il cafone da diporto è la macchietta più esilarante, con «moglie o paramoglie al guinzaglio», trenta chili di troppo e una sfrenata voglia di farsi invidiare.
A proposito di mogli, si narra che Lauren Bacall, intervistata sul suo rapporto con Humphrey Bogart, rispose che l'unica capace di suscitare la sua gelosia era Santana… «la sua amata barca». A passioni così travolgenti c'è poco rimedio. Boatpeople, però, potrebbe essere un valido aiuto… almeno per sentirsi meno soli in questo rocambolesco viaggio nel pianeta barca.
Carlo Romeo - Boatpeople-Manuale di sopravvivenza per chi compra una barca - Longanesi, 156 pagg., € 11,60