Gioire con le bollicine italiane

Andrea Grignaffini

Meravigliose bollicine. Nell'approssimarsi delle festività di fine anno, abbiamo cercato di raccogliere il meglio dei produttori italiani, la loro ultima annata. La recente storia della nostra spumantistica ha dimostrato in questi ultimi anni di aver fatto passi da gigante. I vini degustati alla cieca dal comitato tecnico del mensile Spirito diVino denunciano ancora una storia molto giovane nel nostro paese. Stili molto diversi, esecuzioni che variano da millesimo a millesimo e soprattutto una deficitaria freschezza generale che è forse la più eclatante lacuna per vini che dovrebbero possedere un'acidità vivace che sostenga architetture così solide. In complesso le aziende selezionate sono un esempio di coraggio, volontà, impegno, carattere, doti fondamentali per creare delle bollicine uniche e originali in un panorama mondiale che permetterà ancora una volta all'Italia di emergere.
I PRESTIGIOSI. Bellavista Franciacorta Riserva Vittorio Moretti 1995: l'ultimo millesimo di questa grande riserva si presenta con un perlage finissimo con toni dorati, ricco di profumi di frutta bianca; in bocca è morbido, vellutato, avvolgente con un finale perfettamente equilibrato su note pasticcere. Ca' Del Bosco Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi 1998: uno spumante nato da un blend di Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero. Colore giallo paglierino con nuances verdognole, fine perlage; all'olfatto sprigiona aromi fruttati e floreali con note speziate e legnose. In bocca in evidenza opulenti toni dolci. Ferrari Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 1996: questo spumante ottenuto solo dalle migliori vendemmie, dimostra elegante complessità con nuances erbacee e agrumate che rilasciano dolci sensazioni. In bocca è suadente, ricco con un finale fresco e persistente.
GLI OUTSIDER. Villa Sparina Brut Cantina di Famiglia: ottenuto da una base di uve Cortese, si presenta con un colore dorato su toni ambrati, un vino ricco di carattere e personalità con eleganti sentori di frutta tropicale che ritroviamo nella beva e un finale fresco e fragrante. Pojer & Sandri Cuvée Extra Brut 1999-2000: spumante originale questa cuvée che utilizza vini di due annate e di due varietà diverse, Chardonnay e Pinot nero. All'olfatto rivela note erbacee, floreali e fruttate; al palato rilascia una bella succolenza. Tasca d'Almerita Contea di Sclafani Almerita brut 2002: uno spumante isolano che è quasi una sfida. Aperto, solare sprigiona sentori di frutta esotica, ananas in primis. In bocca si dimostra ricco, vinoso, sapido con finale sostenuto e compatto.
L'ALTRA FRANCIACORTA. Uberti Franciacorta Comarì del Salem 2000: un Blanc de Blancs da uve Chardonnay e Pinot Bianco. Perlage fine e lungo, all'olfatto sprigiona note dolci con leggere venature affumicate. In bocca è ricco, ampio con aromi fruttati che terminano su nuances dolci ed erbacee. Ferghettina Franciacorta Extra Brut 1998: uno spumante morbido e cremoso con sensazioni di miele, ananas, frutta secca e delicate note speziate. In bocca dimostra una decisa maturità accentuata da una ricca dolcezza. Lo Sparviere Franciacorta Brut 2001: un vino di carattere e personalità dal deciso impatto aromatico con sentori erbacei e minerali. In bocca si dimostra fresco e intrigante. Cavalleri Franciacorta Brut Collezione Esclusiva 1997: prodotto solo in grandi annate, si presenta con colore paglierino e un perlage fine e persistente. Al naso un affondo di caramella e frutti a polpa bianca. Al palato è morbido, fresco e vellutato con finale leggermente amaricante. Majolini Franciacorta Electo 2000: ottenuto da uve Chardonnay e Pinot Nero, dal colore giallo paglierino con nuances dorate e un perlage sottile, al naso rivela sentori di frutta secca e fieno con note ancora alcoliche. Al palato rilascia sensazioni fruttate. Monterossa Franciacorta Brut Cabochon 2001: ottenuto da un blend di uve Chardonnay e Pinot Nero all'olfatto rivela profumi mielati, marmellatosi, vanigliati e nocciolati. In bocca note cioccolatose e agrumate in un contesto di predominante dolcezza. Barone Pizzini Franciacorta Extra brut Bagnadore I 2001: ottenuto da parti uguali di Chardonnay e Pinot Nero, al naso rivela una leggera mineralità. Al palato pulizia e freschezza sopra tutto.
SPUMANTI D'ALTA QUOTA. Arunda Vivaldi Alto Adige Extra Brut Cuvée Marianna: uno spumante d'alta montagna prodotto da uve prevalentemente Chardonnay e in parte Pinot Nero. Al naso rilascia sùbito sentori di pera William e note floreali che ritornano anche in bocca. Haderburg Alto Adige Hausmannhof Brut Riserva 1995: dapprima sfuggente, lentamente si è composto su note citrine verticali e sospese. Al palato è flessuoso e agile ma in chiusura perde di spinta e si adagia. Methius Trento brut Riserva 1999: vino ottenuto da due parti di Chardonnay e una di Pinot Nero si presenta con un perlage fitto e sottile, al naso sentori minerali e floreali. Al palato dimostra una beva in continua evoluzione con una buona acidità. Càvit Trento Altemasi Brut Riserva Graal 1996: prodotto solo in grandi annate questo spumante ottenuto in microaree collinari, si presenta con sensazioni olfattive di mela golden e toni agrumati. Pieno e ricco.
L'ALTRO PIEMONTE. Coppo Piero Coppo Riserva del Fondatore 1996: prodotto ottenuto solo da poche vendemmie eccezionali. Al naso avvinghiano le note lignee-balsamiche. In bocca è fresco, di buona acidità, con il legno ancora in evidenza. Contratto Riserva Giuseppe Contratto 1999: un equilibrato assemblaggio di Chardonnay e Pinot Nero, colore dorato carico, più largo che articolato, denso e compatto. Carlo Gancia Piemonte Brut Carlo Gancia: colore dorato intenso, all'olfatto esplodono sentori aromatici di agrumi canditi con delicate note muschiate. Al palato esprime un surplus di dolcezza con un finale in cui emergono delicati toni di zafferano.