Giordano: "C'è chi vuole la crisi"

Il segretario del Prc assicura che, da parte sua, non c'è intenzione di far cadere il governo. Ma poi rivela: "Non escludo che qualcun'altro stia lavorando per questo"

Roma - Il segretario del Prc Franco Giordano, a Montecitorio, assicura che, da parte del suo partito, "non c’è alcuna volontà di far cadere il governo". Ma non ne esclude la possibilità. "Il rischio che il governo cada sulle pensioni c’è. Ma noi non perseguiamo questo obiettivo", ha spiegato. E poi rivela: "Non escludo che qualcun’altro stia lavorando a scenari futuri".

Obiettivo: soluzione rapida "Mi risulta che Prodi ha voglia di confrontarsi con una proposta che possa essere condivisa. Naturalmente bisogna vedere qual è la proposta. Siamo sempre molto prudenti".  Lo scopo del Prc sarebbe quello di trovare l'accordo il più presto possibile: "Perseguiamo invece  l’obiettivo di raggiungere un accordo per risolvere il problema, rapidamente e bene".

Nessuna tensione con la Cgil Giordano smentisce quindi ogni frizione con la Cgil: "Non c’è alcun problema con la Cgil. Magari fossero questi i problemi. Noi vogliamo che la trattaiva possa ottenere risultati in sintonia con il programma di governo. Noi abbiamo sempre fatto proposte rigorose e in questa direzione. Poi, spetta alla trattativa risolvere gli aspetti pratici".