Giorgetti ricandidato segretario

da Roma

Alla fine Giancarlo Giorgetti ha ceduto. Sabato e domenica, infatti, sarà lui il candidato unico alla segreteria della Lega Lombarda. Una riconferma fortemente voluta da Umberto Bossi, nonostante settimane e settimane di resistenze da parte del delfino del Senatùr che in privato non ha mai fatto mistero di voler passare la mano. Ma Bossi sulla questione è sempre stato categorico: «Nella Lega i colonnelli non possono dimettersi. Anche il sottoscritto, nonostante tutto, si ripresenterà come candidato alla segreteria federale». Una mossa, quella del leader del Carroccio, che ha disinnescato un possibile scontro tra correnti. Se Giorgetti avesse deciso di lasciare, infatti, nella scelta del suo successore sarebbero probabilmente emerse le divisioni interne alla Lega Lombarda, nella quale il giovane Marco Reguzzoni sta cercando di farsi spazio da tempo, con un certo fastidio di Roberto Maroni, ma pure di Roberto Calderoli e dello stesso Giorgetti.