Giorgi: «Il nostro obiettivo? Le cinque stelle in sicurezza»

Pierluigi Bonora

da Milano

Non è soltanto l’arrivo della nuova Mini la novità annunciata dal Bmw Group durante l’estate. A Monaco di Baviera, dal primo settembre, sulla poltrona più importante siederà il nuovo presidente Norbert Reithofer, 50 anni, già responsabile della produzione. Il lancio della nuova Mini, al Salone di Parigi, sarà tra i suoi primi atti ufficiali...
«È una nomina avvenuta nel segno della continuità - risponde Nicola Giorgi, direttore generale Mini in Bmw Italia - visto che a Monaco si tende a porre al vertice manager di estrazione imprenditoriale. L’ingegner Reithofer è un uomo d’azienda con una grande esperienza sul prodotto».
Intanto il conto alla rovescia per la nuova Mini è già a buon punto...
«Il concetto attorno a cui è ruotato il progetto è stato pienamente rispettato: garantire, cioè, la continuità dal punto di vista stilistico con qualche leggera modifica. Attenzione, però: non ci troviamo di fronte a un restyling».
Si spieghi meglio...
«Il modello è nuovo al 90%. Fuori è più lungo di 6 centimenti e anche un po’ più alto. È migliorata la sicurezza soprattutto a beneficio dei pedoni grazie al cofano più alto».
E all’interno cosa cambia?
«È dentro che si notano i maggiori cambiamenti. In pratica l’abitacolo è stato rifatto. C’è anche più spazio. La possibilità di personalizzarlo è tra gli aspetti più interessanti».
Prezzi, motori e aspettative...
«Il listino subirà un piccolo ritocco. I motori ci vengono garantiti dalla joint venture Bmw-Psa. E come aspettativa puntiamo alle 5 stelle EuroNCAP in fatto di sicurezza».
Al via con i motori a benzina...
«Il diesel arriverà nella prima metà del 2007».
E le Mini attuali?
«L’ultima delle Mini attuali, a parte la Cabrio che continuerà a essere prodotta per almeno altri due anni, uscirà dalla fabbrica a novembre. Devo sottolineare che non sono previsti stock della gamma attuale».
La «giardinetta» esposta ai recenti Saloni ha un futuro?
«Il concept di nome Traveller è servito per verificare le impressioni del pubblico. È piaciuta l’idea dell’apertura a doppia anta per i bagagli. Potremmo lanciare la versione definitiva tra il 2008 e il 2009».
Intanto la crescita continua...
«In Italia puntiamo a 25mila unità nel 2007 per raggiungere una quota mercato dell’1,2%».
Il feeling tra Mini e cinema...
«Dopo Capalbio, Lipari e Tavolara ci attende la sponsorizzazione del primo Festival del cinema di Roma, a ottobre».