Giorgia al Vaillant con un grande show di musica e ballo

L'appuntamento con la musica italiana, interpretata dalla splendida voce di Giorgia, è per domani al Vaillant Palace. A sei mesi dall'uscita del triplo album antologico «Spirito Libero - viaggi di voce 1992 - 2008», che ha superato le 200.000 copie vendute, Giorgia è ripartita con la nuova tournée «Spirito Libero tour 2009» che la vedrà protagonista nei palasport italiani. L'album ripercorre in tre dischi tematici i brani salienti che hanno segnato la carriera di Giorgia, alcuni dei quali riarrangiati e reinterpretati. In tour la cantante romana, per l'appunto, proporrà i suoi successi più famosi per raccontare al pubblico, con le sue canzoni, i suoi quindici anni di carriera.
Giorgia sarà accompagnata sul palco da Sonny T alla direzione musicale e al basso, Alessandro Centofanti alle tastiere come Claudio Storniolo, Marco Rinalduzzi e Mike Scott alle chitarre, Marcello Surace alla batteria e Diana Winter alla voce.Sul palco dello «Spirito Libero tour 2009», che si presenterà come una sorta di grande involucro argentato, ci saranno, insieme a Giorgia, anche due ballerini, Etienne Cacciari e Riccardo Benetazzo, e un b-boy, Armando Bardino.
Giorgia è indubbiamente una delle voci femminili più importanti del panorama musicale italiano e internazionale.Dagli inizi ad oggi la cantautrice si è «trasformata» da baco in farfalla, un cambiamento estetico ma anche musicale, che è tangibile nella sua interpretazione, nel suo canto «libero». È cresciuta, maturata e in ogni canzone ripone l'emozione, il trasporto, il cuore, basta ascoltare brani come Gocce di memoria, Marzo o L'eternità. Si sente la sua anima. La padronanza tecnica dello «strumento», la capacità di governare la voce, di andar giù, alle corde più profonde, per poi salire fino alla vertigine, sono pari alla misura di un talento naturale, a un'estensione vocale che ancora oggi sorprende scoprire.Giorgia è una raffinata professionista con un background da fare invidia. Le sue collaborazioni vantano nomi internazionali come Elton John, Pino Daniele, Ray Charles, Lionel Richie. Una vittoria al festival di Sanremo nel '95 con la canzone «Come saprei».
Grazie a «Gocce di memoria», la colonna sonora del film «La finestra di fronte», un successo d'incassi ai botteghini dei cinema, Giorgia ha ottenuto l'ovazione univoca del pubblico. Cantare e interpretare le emozioni descritte dal genio della regia, Ferzan Ozpetek, l'ha immortalata nell'olimpo della musica. Giorgia domani lascerà con le sue note cantate gocce di memoria di una serata incancellabile.