Giorgio Armani offre 50mila euro per il verde (e basta un grazie)

La delibera parla chiaro. La società Giorgio Armani ha offerto al Comune 50mila euro per riqualificare il verde di piazza Risorgimento, ha espresso la disponibilità e volontà a voler intervenire con una partecipazione economica ed estico-artistica «senza chiedere in cambio particolari forme di visibilità (ad esempio i cartelli)» ma «semplicemente una forma di ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale in occasione della futura presentazione della nuova area» e «la possibilità di contribuire con proprie indicazioni alla realizzazione del progetto definitivo». Lo sponsor questa volta ci mette i soldi e non pretende la targa. Un contributo gestito dall’assessorato all’Arredo urbano di Maurizio Cadeo, che in passato peraltro aveva criticato Re Giorgio: quando lo stilista si lamentava per il degrado del centro, lo l’assessore lo stuzzicava spesso invitandolo a mettere dei fondi sul restauro della Galleria. Pace fatta? L’amministrazione costretta a fare i conti con un bilancio stretto accetta (eccome) l’aiuto e nella delibera fa presente che consentirà di «rafforzare ancora di più le collaborazioni con il mondo imprenditoriale per migliorare il verde cittadino». L’esempio di Armani, è l’auspicio, farà scuola.