Il Giornale denuncia, il Comune risponde

Sono le piccole cose che ci aiutano a vivere meglio: le strade senza buche, i marciapiedi puliti e così via. Bene lo sa il consigliere comunale Gianni Bernabò Brea (La Destra) che, instancabilmente, denuncia all’amministrazione le pecche della manutenzione e della sicurezza cittadina. Così Gianni Bernabò Brea ha voluto vederci chiaro sul caso - segnalato dal Giornale lo scorso 6 novembre - di via Mighetti a Cornigliano, dove i cittadini hanno denunciato l’abbandono costante in mezzo alla strada e sui marciapiedi di rifiuti ingombranti e carcasse di motorini. Nei giorni successivi il Giornale aveva ripreso la notizia dicendo che la segnalazione dei cittadini sulla strada che interseca la centralissima via Cornigliano era servita e l’Amiu aveva provveduto a ripulire tempestivamente. Il problema, tuttavia si sarebbe potuto riproporre.
Così il consigliere di opposizione aveva presentato un’interrogazione a Carlo Senesi, assessore comunale alla Città Sostenibile, il quale ha risposto che «in riferimento al degrado della zona di Cornigliano, Amiu effettua giornalmente la raccolta dei rifiuti e con frequenza ormai settimanale la pulizia e lo sgombero degli ingombranti abbandonati. Purtroppo la zona presenta criticità di gestione da sempre evidenziate e recentemente è stata oggetto di verifica da parte degli ispettori ambientali di Amiu insieme alla polizia municipale, settore ambientale».
L’assessore ha riferito nei dettagli un’informativa di Amiu dove si legge che «nello specifico, per quanto attiene a via Minghetti, è necessario precisare che la stessa per l’abbandono selvaggio di ingombranti e rifiuti è uno dei punti più critici della zona e gli interventi di bonifica avvengono con frequenza di 2-3 interventi settimanali impegnando personale dedicato che effettua la raccolta in maniera separata dal normale rifiuto urbano differenziando legno ed elettrodomestici avviandoli allo smaltimento presso le normali isole ecologiche», come dovrebbero invece fare i cittadini incivili che li abbandonano, ci sia consentito aggiungere. «Amiu precisa inoltre che le carcasse di moto abbandonate sono segnalate all’organo comunale competente». In via Minghetti erano state viste anche bombole e al proposito Amiu precisa che «le bombole vengono rimosse tempestivamente o quantomeno con interventi programmati che rispettano la stessa frequenza degli ingombranti, ma considerato che gli stessi non vengono classificati rifiuto, devono essere recuperati con personale dedicato distolto da altri servizi».
L’Amiu è stata chiamata in causa anche da un’altra interrogazione del consigliere Bernabò Brea, sempre su segnalazione del Giornale. Il caso riguarda via Cristo di Marmo, a Borzoli, dove una creuza ai piedi di Scarpino risulta sempre ingombra di erbacce e sporcizia varia. Anche in questo caso Amiu ha fornito una risposta precisa, indicando che la stradina è probabilmente una via privata, sulla cui manutenzione né il Comune né Amiu sono competenti, bensì la responsabilità è dei cittadini che ne sono proprietari, come stabilisce la legge. «In via Cristo di Marmo, invece - aggiungono da Amiu - vengono effettuate due pulizie settimanali, e il diserbo viene messo in atto nel periodo stagionale interessato e secondo necessità. Gli ultimi intervento sono stati fatti a ottobre e novembre».