Il Giornale diventa specchio dei lettori

Ferruccio Repetti

La promessa - che verrà senz’altro mantenuta, potete scommetterci - è: «Nessun tabù. Potete chiedere tutto, e io vi risponderò». Più chiaro di così non poteva essere, il caporedattore Massimiliano Lussana - già ripetutamente recidivo in questo senso, in pubblico e sulla pagina scritta - quando il vicecapogruppo di Forza Italia in Provincia, Lorenzo Zito, a nome dei colleghi che siedono e si battono sugli scranni di Palazzo Spinola, gli ha rivolto l’invito a intervenire all’incontro-dibattito su «L’informazione allo specchio». Figurarsi! Meglio che un invito a pranzo, per Lussana, che potrà anche rifiutare una lusinga, ma mai il confronto a viso aperto col «popolo» del Giornale, quell’esercito di lettori attenti e affezionati, talvolta critici ma sempre appassionati e franchi, che costituiscono il patrimonio autentico della testata e, si consenta, anche il riscontro più gratificante di chi si trova tutti i giorni a riempire la pagina bianca non per mestiere, ma per convinzione di esercitare anche un servizio. Detto fatto: l’appuntamento con i lettori, e soprattutto con le domande e le risposte è fissato per sabato prossimo, 18 febbraio, dalle 10 alle 13, nella Sala del consiglio provinciale di Genova, Largo Eros Lanfranco 2. Da una parte, lo stesso Zito che introdurrà Lussana (e sarà difficile che riesca a riconquistare successivamente il microfono); dall’altra gli ospiti, i nostri lettori. Che potranno sbizzarrirsi a subissare di domande il caporedattore, incalzarlo su qualità e quantità di notizie, comunicazione mediatica, etica e responsabilità, ma soprattutto avranno modo di approfondire fatti, circostanze, ruoli e personaggi. Senza nessuna riserva che non sia quella del tempo a disposizione prima che suoni la campanella del pranzo.
Ma attenzione: sarebbe comunque riduttivo considerare l’incontro, che si inserisce nel ciclo sull'informazione avviato dal gruppo provinciale azzurro, come un semplice botta e risposta. Quando ci sono di mezzo il Giornale, Lussana, e soprattutto i nostri lettori, si è già sicuri che si andrà «oltre»: se è vero come è vero, e come accade tutti i giorni, su queste pagine, che il Giornale è fatto in perfetta sintonia dai redattori e dai lettori, e che i lettori non leggono semplicemente ma partecipano attivamente - con messaggi, testimonianze, e tante emozioni condivise - ebbene, allora l’incontro di sabato prossimo si annuncia davero un po’ speciale.
Vi daremo, di qui ad allora, altri particolari. Per adesso, mettete un segno sull’agenda. E preparate le domande.