Il Giornale vola alto È campione d’inverno con A&G e Atahotels

Quello che nessuno si sarebbe mai aspettato nella prestigiosa Adidas Cup di calcio a 7 è invece accaduto. Il Giornale batte Milan Channel, vola in vetta ed è campione d’inverno a pari punti con A&G Los Angeles. I gialli di via Negri hanno compiuto l’impresa sotto gli occhi compiaciuti del presidente Paolo Berlusconi e guardano ora al ritorno con una certezza in più: il lavoro, l’impegno e l’umiltà evidentemente pagano. Inoltre, con appena 19 gol subiti, la difesa dei berlusconiani è la meno perforata del torneo, grazie alle prestazioni tra i pali dell’incredibile Matteo Gritti (e del vice Roberto Fusco) e alla batteria difensiva formata da capitan Andrea Manzoni, dal guerriero Nicola Lupone e da quel Maurizio Grosselli che sa difendere ma anche andare in gol: sua la doppietta a Milan Channel (del fantasista Toni Lastella e del sinistro fulminante di Alberto Cuomo le altre reti del Giornale; di Dercole, Damiani e Anelli quelle dei rossoneri). In mezzo al campo la fa da padrone l’ex interista Leonardo Occhipinti, piedi fatati e cervello fino con davanti il Cristiano Ronaldo del Giornale, alias Billy Berlusconi, a far impazzire le difese avversarie. Di grande spessore anche le prestazioni di Andrea Rossi e Daniele Gelosi, mentre l’altro ex nerazzurro Antonio Sabato è alla ricerca della miglior condizione fisica.
A far compagnia ai gialli di via Negri c’è l’A&G di Benoit Cauet che dispone facilmente per 8-3 dell’Alcatel (in evidenza le doppiette di De Tomasi e Alfano), mentre Studio Izzi è una valanga su YKK: 13-3 confezionato da Didonè (4), Albore (3), F.Dattilo (2), Izzi (2), Cofente e Lovisi (per gli avversari solo una tripletta di Ricci). Bene anche Emporio Armani, 7-2 a Impossible, ma quando si possono avere in campo Franco e Beppe Baresi e Ciccio Colonnese c’è poco da scherzare per chiunque.
Nel girone B continua la marcia trionfale di Atahotels che liquida per 6-2 lo Studio Tributario e manda in gol Paolo. Ligresti, Picardi, Sapienza, Sonvico e Stroppa (2). Un’altra slavina si è abbattuta su Blaupunkt, 14 gol subiti da Kiton con la gara tra Gencarelli (6) e Savi (5) a chi ne faceva di più. Sempre più in alto l’Hotel Philosophy di Maurizio Ganz che liquida con un secco 8-2 Outsourcing Group, con l’ex milanista in grande evidenza (è anche capocannoniere del girone B davanti a Gencarelli e Savi). Sua infatti la tripletta che ha spianato la strada alle doppiette di Carro e Costantini e alla rete di Passariello. Fa flop invece la Banca di Legnano di Marco Simone, travolta 8-1 dal Ristorante Donati in ripresa: doppiette di Gambaro, M.Rossi, Spigolon e gol di Caldo e Guercio, mentre l’ex milanista è rimasto a digiuno. Nei due gironi riposavano le corazzate Epicas e Infront, entrambe terze in classifica. Dal 14 febbraio il ritorno, con obiettivo la finale a San Siro.