Da giornalista ad analista junghiana

Marina Valcarenghi è nata a Milano 66 anni fa. Laureata in legge, giornalista per anni a Repubblica, Espresso, il manifesto, 30 anni fa ha iniziato un’analisi che l’ha portata a diventare psicanalista junghiana. Ha fondato e dirige la scuola di psicoterapia Lista, a Milano, che forma 18 professionisti l’anno - «Sempre insufficienti per il lavoro che c’è da fare» afferma - e dove insegna Psicologia analitica e Psicanalisi degli aggregati sociali. Esperta in problematiche femminili, nei disagi della collettività e in tematiche legate a violenza e aggressività, all’università di Urbino è docente ai corsi di perfezionamento in psicologia giuridica e penitenziaria e alla Statale, corso di criminologia. Tra gli ultimi volumi pubblicati per Bruno Mondadori: «L’aggressività femminile» (2003), «L’insicurezza. La paura di vivere nel nostro tempo» (2005) e il recentissimo «Ho paura di me. Il comportamento sessuale violento» (2007).