«Giornalista» bosniaco altre tre denunce per sequestro e abusi

Salgono a sei le querele contro Fadil S., il sedicente giornalista bosniaco fermato la scorsa settimana per il sequestro e lo stupro di una colf ucraina. Le denunce sono allegate alla richiesta di custodia cautelare in carcere che sarà valutata dal gip Mariolina Panasiti. Fadil S., 42 anni, è accusato dalla colf e da altre due straniere di sequestro a scopo sessuale. L’uomo è poi stato querelato da altre tre vittime di molestie verbali e telefoniche. Tra loro una 30enne italiana abbordata in autobus, che lo ha subito allontanato. Le altre due donne, entrambe straniere, hanno detto di avergli lasciato il numero di telefono perché speravano che Fadil potesse avere dei contatti utili in un caso per entrare nel mondo della televisione, nell’altro per trovare una casa.