Giornalista dell’anno Premiati due cronisti del «Giornale»

Enrico Silvestri, per l’inchiesta sugli emarginati, targa speciale a Marta Bravi

Due cronisti del Giornale fra i premiati al riconoscimento regionale Guido Vergani: Enrico Silvestri che in sei puntate ha descritto la Milano degli emarginati e Marta Bravi entrata allo stadio Meazza con un coltello e un martello nascosti sotto il giaccone lo stesso giorno in cui scattavano le misure di sicurezza negli stadi. La giuria, presieduta da Ferruccio De Bortoli, direttore de Il Sole 24 ore ha esaminato quaranta elaborati. Silvestri, (secondo premio ex aequo con Gisella Ronconi della Provincia di Como) per realizzare i servizi si è unito ai volontari che di notte aiutano il popolo dei disperati, ha ricevuto una targa del Comune di Milano e un premio di 500 euro. Marta Bravi, «ultrà per un giorno» ha meritato il premio speciale e la targa del gruppo Cronisti lombardi insieme con il collega dell’Ansa Claudio Scarinzi che ha seguito con una serie di lanci, dal 20 dicembre al 18 gennaio, il caso della madre di Cremona licenziata per mezz’ora di flessibilità negata per accudire la figlioletta.
Il primo premio per la sezione carta stampata è stato vinto da Paolo Berizzi (La Repubblica) e Luigina Giliberti (Corriere della sera). Berizzi si è fatto assumere come manovale in vari cantieri edili della Lombardia mettendo in luce una realtà fatta di soprusi, angherie, ricatti, assenza di ogni regola di sicurezza. La Giliberti si è unita al gruppo organizzato dai familiari dei coniugi Martinoni, scomparsi da giorni, per riprendere le ricerche sospese ufficialmente e ha così potuto raccontare in diretta il ritrovamento dei due corpi.
Per la sezione radio-tv, il primo premio è andato ad Agostino Zappa (Rai) per i servizi realizzati nel trentennale dell’uccisione del brigadiere Custra, tra cui l’incontro tra la figlia dell’agente (nata un mese dopo l’assassinio) e l’uccisore del padre. Il secondo premio a Mauro Migliavada (Espansione tv Como) per l’intervista realizzata il 3 gennaio con Olindo Romano, successivamente identificato come uno degli autori della strage di Erba e il terzo ad Anna Migliorati di Radio 24.
I premi speciali li hanno vinti Elena Scarrone (Rai) per uno speciale sull’Ortomercato di Milano, Antonella Mascali (Radio Popolare) per un’inchiesta sulle infiltrazioni della ’ndrangheta a Milano: intervista esclusiva al collaboratore di giustizia Saverio Morabito, il più importante pentito calabrese. Enrico Rotondi e Paolo Pardini (Rai) per due servizi su una toccante vicenda legata alla visita del Papa a Pavia, infine Davide D’Antoni (Telelombardia) per un servizio all’interno del Cpt di via Corelli.
Sono stati inoltre assegnati il premio «Vita da Cronista» a Mario Sacchi (operatore Rai) e una targa speciale di «Cronista Onorario» a Salvatore Furia direttore del centro Geofisico prealpino di Varese per la sua quotidiana attività per televisioni, radio e giornali. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 10 novembre 2007 (ore 10.30) al Circolo della Stampa in corso Venezia.