Una giornata dedicata ai Caduti di Nassirya

«L’anniversario dell’attentato di Nassirya non ha ricevuto la giusta attenzione da parte della stampa e degli organi istituzionali». Ne sono convinti i membri del partito di Forza Italia che, su proposta del consigliere regionale Stefano De Lillo, hanno partecipato, ieri pomeriggio, al convegno «Nassirya: carabinieri eroi di libertà», che si è svolto al residence Ripetta e ha ospitato, tra gli altri, i coordinatori nazionale e regionale di Forza Italia, Sandro Bondi e Francesco Giro, l’ex commissario della Croce rossa in Iraq, Maurizio Scelli e il regista dell’incontro Stefano De Lillo.
«Questa mattina - ha detto De Lillo - ho visto il “minuto di storia” che la Rai dedica ogni giorno a un avvenimento del passato. Dopo aver sottolineato, in edizioni passate, la storia di dittatori come Che Guevara, Stalin e Fidel Castro, oggi (ieri, ndr), la Rai ha dedicato il minuto di storia al ricordo delle prime pubblicazioni di alcune figurine negli Anni Trenta. Questo aneddoto ci dice come i media e gli organi istituzionali abbiano dedicato scarsa attenzione alla strage di Nassirya, che noi siamo convinti debba essere tramandata come memoria del sacrificio di chi è caduto per la patria». «Non basta aver deposto la prima pietra del movimento per i caduti di Nassirya - ha aggiunto De Lillo -, vogliamo che sia consegnata la medaglia d’oro al valore civile alle vittime della strage e che venga dedicata la giornata del 12 novembre alle vittime cadute per la pace e contro il terrorismo».
ALTRO SERVIZIO A PAGINA 52