Giornata del rene, esami gratis per tutti

Sessantacinque camper dotati delle più sofisticate strumentazioni diagnostiche saranno, giovedì 8 marzo, nelle piazze di 65 città, a disposizione di coloro che vorranno gratuitamente controllare lo stato dei loro reni. L’iniziativa di prevenzione è promossa dalla Fondazione italiana del rene e della Società italiana di nefrologia. Ai camper si aggiungono 200 unità ospedaliere di nefrologia. Tutti i potenziali pazienti, alla fine degli esami (urine, pressione arteriosa, peso) riceveranno una «scheda» che riporterà i dati raccolti e indicherà eventuali strategie terapeutiche. Presentando questa utilissima «Giornata del rene» il professor Vittorio Andreucci, cattedratico nell’Università di Napoli e presidente della Fondazione italiana del rene ha ricordato che il 12 per cento della popolazione soffre di patologie renali e che queste finiscono molto spesso per complicare l’attività del cuore e delle grandi arterie. Anche il professor Carmine Zoccali, presidente della Società italiana di nefrologia, ha sottolineato la necessità d’una diagnosi precoce e di una terapia adeguata, ricordando che l’insufficienza renale passa facilmente dalla fase «moderata» a quella «acuta» e che in quest’ultimo stadio è inevitabile una soluzione traumatica come la dialisi o addirittura il trapianto di rene.
Il professor Giuseppe D’Amico, un monumento della nefrologia italiana, che ha avuto - tra i tanti - il merito di dar vita a una Fondazione per la ricerca sulle malattie renali, ha insistito sulla necessità di individuare presto i fattori di rischio delle principali patologie di quest’area.