Giornata sì per Alitalia

Ancora una seduta positiva per Piazza Affari. La Borsa milanese (ieri la migliore in Europa) ha chiuso con tutti gli indici in rialzo trascinata dai titoli bancari e tecnologici, malgrado la débâcle degli energetici toccati dal calo del greggio. Al termine delle contrattazioni, che hanno fatto segnare scambi di poco superiori ai 3 miliardi di euro, l'indice Mibtel ha guadagnato lo 0,35%, l'S&P Mib lo 0,44%. Buone le performance dalle compagnie aeree (in questo caso il calo del greggio ha pesato positivamente) come Alitalia (+0,51% a 0,89 euro) ed Eurofly (+3,37% a 2,69 euro). In positivo anche Fiat (+0,49% a 11,12 euro) e Telecom balzata dello 0,23% a 2,14 euro. Per quanto riguarda i titoli energetici Eni ha ceduto lo 0,98%, mentre le controllate Saipem e Snam Rete Gas sono arretrate dell'1,81% e dell'1,01%. Debole anche Enel, calata dello 0,48% e le petrolifere Erg e Saras, in calo rispettivamente dello 0,97% e dell'1,85%. Nuova volata, dopo quella messa a segno mercoledì, per il titolo STMicroelectronics. Le azioni della società sono salite del 2,90% sulla scia delle buone performance delle case tecnologiche d'Oltreoceano di cui la produttrice di semiconduttori è fornitrice.