Giornata sì per Bulgari

Piazza Affari ha chiuso in parità, dopo un avvio promettente. Scarsamente significativo l’andamento degli indici, finito in parità per il Mibtel, mentre qualche frazione positiva registrano il Comit ed il Mediobanca. In ulteriore calo il volume degli affari, indicato in 3,8 miliardi, un terzo in meno rispetto ai massimi registrati a metà della scorsa settimana. Piatto l’andamento del comparto bancario, almeno per quanto riguarda le azioni del risiko; con l’eccezione di Popolare italiana, in calo dell’1,5%, e di Montepaschi che arretra dell’1,7%. Nel risparmio gestito rimbalzo di Fideuram (più 1,6%). Maggiore vivacità negli assicurativi, senza particolari spostamenti di prezzo. Assestamento per Parmalat, al terzo giorno di quotazione. In ribasso i titoli del gruppo Fiat, dopo il ricovero in ospedale di Lapo Elkann, con strascichi anche per Ifi ed Ifil, nonchè per Juventus (meno 1%). In crescita i titoli energetici, con apprezzamenti per Eni ed Erg, ma in gran forma le azioni del «lusso», con Bulgari in crescita del 2,5%, Luxottica e Valentino dell’1,7%, mentre Tod’s sale dell’1,5%. In forte calo Immsi, Immobiliare Lombarda ed Amplifon che arretrano del 4%.