Giornata sì per Pirelli

Seduta incerta a Piazza Affari. Gli indici si sono mossi intorno alla parità con gli investitori attenti ai movimenti di Wall Street e all’evolversi della crisi legata ai mutui ad alto rischio. A fine giornata il Mibtel ha chiuso in marginale rialzo (+0,07% a 30.205 punti) al pari dello S&P/Mib (+0,11% a 38.953). In luce Fiat ((+1,64% a 18,7 euro) e Pirelli (+1,76% a 0,76 euro) mentre fra le banche, nel complesso deboli, spicca Italease (+6,67% a 14,4 euro) sul nuovo board presieduto da Lino Benassi. Per il resto male bancari e assicurativi. Deboli fra gli altri i big Unicredit (-0,47% a 6,1 euro) e Generali (-0,65% a 28,9). Bene intonata Finmeccanica (+0,82% a 20) con Stm (+0,76% a 12,38). Male Eni (-1,13% a 23,64), forte Atlantia (+2,42% a 23,3) mentre Italcementi (+0,56% a 17,6) è salita con la controllante Italmobiliare (+2% a 89,6) all’indomani dell’annuncio dello sbarco in Kuwait con un’Opa di Hilal Cement.