Giornata di vendite

Piazza Affari si è allineata all’andamento delle maggiori piazze mondiali, con gli indici principali che arretrano intorno allo 0,6%. Un modesto apprezzamento (più 0,03%) è stato realizzato dall’indice Star, a conferma di un interesse selettivo per questo particolare gruppo di titoli. Sempre stazionari gli scambi, poco sotto i 5 miliardi di controvalore. Nel grigiore generale l’unico spunto è venuto dal comparto telefonico, sul possibile riassetto Telecom: Pirelli ha guadagnato quasi il 7%, e Camfin oltre il 5%. Arretra invece Tenaris (meno 1,2%), che acquista in Usa Hydril; mentre il miglioramento del rating Moody’s su Fiat non porta vantaggio al titolo del Lingotto. Assicurazioni sempre sottotono, con Unipol che perde oltre l’1%, ma nessuna reazione per Alitalia alla notizia del cambio del vertice. Trascurati i bancari con limature per le maggiori «popolari» e per Capitalia.