Le giornate della castagna

Grazioso paesino collinare alle pendici del monte Cimino, circondato da castagneti e noccioleti, la cittadina di Canepina dedica l’ultimo weekend di ottobre a una sovrana indiscussa della sua terra: la castagna. Questa XXI edizione delle «Giornate della Castagna» sarà all’insegna della buona tavola: la protagonista della festa verrà onorata con grandi bracieri allestiti nelle piazzette del paese, con le famose caldarroste che verranno offerte al pubblico nei tradizionali cartocci di carta. Tutto questo a due passi dalle monumentali cantine scavate nel ventre della rupe dove s’apposta il centro storico, cantine che si trasformano in accoglienti osterie per la degustazione delle specialità del posto, tra le quali ricordiamo i «maccaroni e ceciliani» soprattutto, ma anche fagioli all’uccelletto, zampetti in salsa piccante ed olive all’arancio, trippa o abbacchio alla cacciatora da gustare con del vino bianco e rosso direttamente dalla botte. «Tozzetti» al vino con nocciole e «torta creola» verranno serviti dopo la frutta: i famosi «marroni». In programma anche convegni e dibattiti sul tema della castagna, oltre a visite guidate presso il borgo medievale, stand con prodotti del luogo, spettacoli folcloristici e musicali, nonché giochi popolari organizzati in via Roma per il pomeriggio di domani.