Di giorno all’officina Trambus, di sera sul ring

Fedele Bellusci conquista il titolo intercontinentale Ibf dei superleggeri. L’incontro, disputato mercoledì sera presso il Palabianchini di Latina, ha visto il pugile italiano di 31 anni, operaio nelle officine di Trambus, incrociare i guantoni con il favoritissimo olandese di origine domenicana Cristian Frias.
«The Gladiator», come viene soprannominato Bellusci, ha condotto un incontro praticamente perfetto, dominando l’avversario dalla prima all’ultima ripresa e imponendo al match un ritmo tale da disorientare Frias e costringerlo a colpi non proprio ortodossi, come la testata che alla quinta ripresa è costata al pugile romano una profonda ferita all’arcata sopraccigliare destra.
Al termine dell’incontro, con la cintura stretta tra le mani, Bellusci ha ringraziato i colleghi Trambus, accorsi numerosi al Palabianchini di Latina per sostenerlo durante il match.
Partecipazione resa possibile proprio grazie all’impegno dell’azienda di trasporto, che per l’occasione ha messo a disposizione dei dipendenti interessati all’evento uno degli autobus della flotta.