È il giorno di Baptista ma Malouda è lontano

Inizia oggi la settimana che condurrà al primo appuntamento ufficiale della stagione giallorossa, previsto per domenica sera, quella finale di Supercoppa che è ormai diventato un appuntamento fisso per Roma e Inter. Le due squadre che hanno dominato le ultime tre stagioni sono sul punteggio di 1-1: nel 2006 vinse l’Inter 4-3, rimontando il vantaggio di tre gol acquisito dai giallorossi. Che si rifecero l’anno scorso espugnando il Meazza per 1-0 con un rigore segnato da De Rossi.
Dunque si sta per ricominciare da dove si era finito. Con un’Inter che ha cambiato poco ma che non aveva bisogno di granché per meritarsi ancora il ruolo di favorita. E con una Roma che invece espone ancora il cartello lavori in corso: preso dopo una lunga trattativa Julio Baptista, che adesso potrebbe modificare l’assetto dell’attacco romanista, Daniele Pradè sta ora lavorando per fornire a Luciano Spalletti quell’esterno di attacco che manca dopo la partenza di Giuly e, soprattutto, di Mancini. Tanti nomi ancora sul taccuino del direttore sportivo della Roma, ma tra questi sembra sbiadire quello di Florent Malouda, che ieri ha rilasciato una dichiarazione d’amore per la sua attuale squadra: «Al Chelsea sto bene - ha detto il francese - si lavora nelle condizioni ideali in un bel ambiente e con un tecnico nuovo che ha dei metodi davvero interessanti. Su di me c’è stata tanta disinformazione, tanto che il mister più volte è venuto a chiedermi se sarei partito o meno. Ogni volta gli rispondevo che sarei rimasto e lui ha sempre mostrato grande attenzione nei miei riguardi. Per me il caso è chiuso. Resto al Chelsea».
Scende Malouda, sale Nery Castillo, attaccante messicano di 24 anni reduce da una deludente stagione al Manchester City e a caccia di riscatto. Un giocatore che anni fa appariva una stella nascente ma che oggi appartiene più che altro alla categoria delle scommesse. E la Roma ha bisogno di certezze: quindi qualcuno preferirebbe Davide Di Michele da Guidonia, ultima stagione al Torino e tanta voglia di giallorosso. Staremo a vedere.
Intanto oggi sarà il giorno di Baptista. che alle 11,20 atterrerà a Fiumicino a bordo di un volo Iberia proveniente da Madrid. Il brasiliano andrà di corsa a Villa Sturt per le visite mediche di rito e quindi sarà aggregato alla squadra. I tifosi sperano già di vedere la «Bestia» in campo a Milano per la Supercoppa, partita per la quale appare più problematico invece il recupero di capitan Totti. Oggi pomeriggio inoltre torna ad allenarsi a Trigoria la squadra, dopo i due giorni di riposo accordati da Spalletti.