È il giorno di Galleria Enzo Tortora

Ci piace ricordarlo così, Enzo Tortora, con il suo pappagallo Portobello che, in anni di trasmissione, nonostante i ripetuti sforzi dei concorrenti, non riuscì mai ad articolare parola. Ma da oggi c’è un motivo in più per ricordare questo grande personaggio del mondo dello spettacolo che fu vittima di una triste vicenda giudiziaria. A Enzo Tortora infatti - iniziativa fortemente voluta e spinta dal Giornale - oggi sarà intitolato un tratto di strada nel centro città, quel tratto che collega via Roma a Galleria Mazzini all’altezza del ristorante Europa. E per presentare «galleria Enzo Tortora» si svolgerà una cerimonia, con inizio alle ore 11.30. Ci sarà anche Marco Pannella, europarlamentare, in rapppresentanza dei radicali che da sempre si sono posti al fianco del presentatore. Con Pannella anche il sindaco Marta Vincenzi, l’assessore comunale ai servizi civici Paolo Veardo e Aldo Siri, presidente del Municipio I Centro Est.
«Da oggi Genova potrà tornare a camminare a testa alta nei confronti del cittadino Enzo Tortora - dicono Alessandro Rosasco, membro del Comitato nazionale dei radicali italiani, e Pietro Bellantone, promotore dell’iniziativa di intitolazione della Galleria Enzo Tortora -. Con questa decisione si riconosce il valore e l’impegno di un uomo che ha fatto del proprio caso uno strumento di lotta per affermare lo stato di diritto in Italia e migliorare le condizioni di vita di migliaia di detenuti». Soddisfazione è stata espressa anche dal Verde Luca Dallorto.
Durante la cerimonia sarà letto un messaggio di Francesca Scopelliti, già senatrice e compagna di Tortora.